Home > Uncategorized > Monti: una SI e una NO.IRPEF e IVA.

Monti: una SI e una NO.IRPEF e IVA.

Il Governo Monti inizia a muoversi e lo fa con 2 passi concreti:
uno ci piace sull’IRPEF e uno non ci piace IVA.

L’ IVA lo abbiamo detto col Governo Berlusconi e lo ripetiamo a Monti:

noi avremmo fatto l’esatto contrario, avremmo abbassato l’IVA per far ripartire i consumi.

La copertura finanziaria, secondo noi, avviane con una adeguata tassa Patrimoniale che non deve essere nè vessatoria nè saltuaria, ma stabilita e sempre indirizzata verso lo sviluppo.

Monti però una cosa buona l’ha già fatta: al 30 novembre c’è tra le altre cose da pagare l’IRPEF, il saldo al 98% sui redditi dell’anno.

Ma a novembre, se il reddito è regolare,è costante avremmo incassato circa il 92% dei redditi e quindi avremmo anticipato un 6% di tasse: uno sbilancio notevole di cassa personale a favore di quella dello Stato.

Monti ha riportato al 82% la richiesta di saldo a Novembre.

Ovviamente le due iniziative di Monti sono così collegate: tolgo un po’ di pagamento di tasse, lascio liquidità incassa alle persone, queste per Natale spenderanno e le merci le pagheranno con l’IVA aumentata al 22 o 23%.

Non condividiamo fino in fondo questa logica, ma almeno non navighiamo più a vista.

Domani vi spieghiamo perchè non conviene sempre pagare le tasse alla scadenza.

 

Annunci
Categorie:Uncategorized
  1. Davide
    29 novembre 2011 alle 00:15

    Io non concordo. L’IVA fa calare i consumi, ma quali sono i nostri consumi?

    La maggior parte dei nostri consumi riguardano prodotti importati dall’estero, dove anche se si acquista le fabbriche italiane non lavorano.

    Se diminuisco le tasse alle imprese queste potranno essere più competitive nello scenario internazionale, quindi si crea lavoro ecc…

    Se diminuisco l’IVA aumentano i consumi ma non si crea molto lavoro (il comparto commerciale necessita di grandi aumenti per espandere il personale) inoltre si aumenta l’import portando la bilancia dei pagamenti ad un saldo ancor più negativo.

    • 29 novembre 2011 alle 11:36

      Caro Davide,

      stiamo parlando di IVA che per il suo 90% si autogenera dal consumo interno italiano. Abbassarla crea automaticamente una maggiore cassa nelle tasche di tutti e rende i nostri prodotti più competitivi all’estero.

      Grazie per il tuo commento

      Alessandro

  2. 6 dicembre 2011 alle 16:30

    Un’altra cosa NO
    8 cent sulla benzina non me li aspettavo!

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: